Tuscania

tuscia

Tuscania è uno dei borghi più belli della Tuscia, un delizioso paesino del nord del Lazio.

Tuscania è un comune italiano che conta circa 8.000 abitanti, in provincia di Viterbo.

La cittadina di Tuscania si erge su un colle, posto tra i corsi d’acqua di Marta e Capecchio.

Secondo la leggenda, la cittadina sarebbe stata fondata dal figlio di Enea, tale Ascanio, oppure dal figlio di Ercole ed Araxe, Tusco.

Nella realtà, il territorio fu abitato fin dal Paleolitico, come testimoniano i numerosi reperti rinvenuti, secondo le ricostruzioni esistevano grandi insediamenti già nell’età del rame e del bronzo antico.

Una grande crescita degli insediamenti avvenne in epoca etrusca, quando venne fondato un grande villaggio, a partire dall’VIII secolo a.C l’acropoli sorgeva sul Colle San Pietro, la posizione strategica della cittadina la fece diventare uno dei principali centri, ed una delle più importanti città della Lucumonia di Tarquinia.

Nel corso dei secoli la città venne inglobata tra i possedimenti dell’Impero Romano, in questo periodo Tuscania visse un lungo periodo di positività, crebbero i commerci e fiorirono le attività, divenne municipium nell’88 a.C.,  con la caduta dell’Impero Romano d’Occidente la cittadina subì le incursioni dei barbari, divenne poi un dominio degli Eruli, dei Goti e dei Longobardi, nel 569 la città venne conquistata dalle truppe di Carlo Magno e quindi ceduta allo Stato della Chiesa.

Divenuta libero comune nel 1100 la città riuscì ad ottenere il controllo sulle vicine città, quali Canino, Cellere, Montalto di Castro etc…

A seguito delle lotte tra Guelfi e Ghibellini, le sorti della città andarono peggiorando, fino a che, fu posta sotto il controllo di Viterbo, elevata, nel 1192 a Sede Vescovile.

Da Visitare : 

Chiesa di San Pietro : La Chiesa di San Pietro è una delle più belle chiese della città di Tuscania. La chiesa prende il nome dal colle sul quale sorge, colle che accolse, in epoca etrusco-romana, l’acropoli. Secondo le ricostruzioni, la chiesa sarebbe stata eretta nell’VIII secolo, nel secolo in cui la città di Tuscania, conquistata dalle truppe di Carlo Magno, fu ceduta allo Stato della Chiesa. All’interno la chiesa si divide in tre navate, e custodisce un ciborio del 1200 ed un seggio vescovile. 

Chiesa di Santa Maria Maggiore : Altra importante chiesa della città di Tuscania, l’edificio sorge in prossimità del Colle di San Pietro, nelle vicinanze dell’altra chiesa del borgo. La costruzione della chiesa è sicuramente antecedente all’852, ma la sua consacrazione avvenne solamente nel 1206. Alla chiesa si affianca la Torre Campanaria, risalente al 1100. L’interno della chiesa è decorato con affreschi duecenteschi, di scuola romana, raffiguranti i 12 Apostoli e il Giudizio Universale.

Duomo : Si tratta della chiesa di San Giacomo, di origine medievale, in seguito ad una forte crisi demografica, la cittadina di Tuscania spostò le funzioni ecclesiastiche dal Colle della Civita, dove sorgeva la Chiesa di San Pietro, alla piccola chiesa di Santa Maria e poi alla chiesa di San Giacomo, per volere del Cardinal Vescovo Giovanni Francesco Gambara. L’aspetto attuale è dovuto alle opere di restauro avvenute nel 1563, che ne hanno determinato un aspetto rinascimentale. 

Mura di Cinta : La Cinta Muraria di Tuscania risale al periodo etrusco, a proteggere l’insediamento eretto sul Colle San Pietro. Modificate numerose volte nei secoli successivi alla creazione, le mura oggi presentano vari stili architettonici. Gran parte delle modifiche e degli ampliamenti della cinta, furono realizzati sotto il controllo della famiglia degli Aldobrandeschi. Le mura hanno un perimetro a forma poligonale, custodisce e protegge la parte medievale della cittadina, delle storiche mura etrusche, rimangono parti originali in prossimità della Chiesa di Santa Maria Maggiore e della Chiesa di San Pietro.