Tarquinia

tuscia

Tarquinia è un comune della Tuscia, in provincia di Viterbo.

Si tratta certamente di uno dei borghi più belli del territorio settentrionale della regione Lazio, una cittadina in grado di raccontare un passato antichissimo.

La cittadina di Tarquinia sorse in epoca etrusca e fu uno dei principali centri del territorio, entrando a far parte della Dodecapoli Etrusca.

La città ebbe un ruolo di grande rilevanza politica e sociale, diede inoltre i natali alla dinastia dei re etruschi : Tarquinio Prisco, Servio Tullio e Tarquinio il Superbo.

In seguito alle numerose lotte con Roma, con la sconfitta nella Battaglia di Sentino, Tarquinia divenne un dominio di Roma, a partire dal 295 a.C., sotto la Regio VII Etruria.

Nel V secolo la città divenne parte del regno di Teodorico, e, nel secolo successivo, prese parte alla guerra gotica, entrando poi a far parte del Longobardo Ducato di Tuscia, successivamente, dopo il 750, la città entrò a far parte dei possedimenti dello Stato della Chiesa.

Tarquinia, all’epoca nota con il nome di Corneto, si proclamò Libero Comune nel 1144, ed istituì rapporti commerciali con Pisa e Genova, subì l’interesse di Federico II, al quale si oppose, ma con l’intervento del Cardinale Egidio Albornoz, fu annessa allo Stato Pontificio.

In prossimità della città di Tarquinia sorge l’antico insediamento etrusco, del quale oggi rimangono solo alcune testimonianze, ma anche una grande Necropoli, tutt’oggi visitabile, nella quale poter ammirare esempi di arte etrusca, dagli affreschi ai reperti custoditi all’interno del Museo Nazionale Tarquinese.

Da Visitare : 

Palazzo Vitelleschi : Il Palazzo, eretto in piena epoca rinascimentale, è uno dei principali edifici della città di Tarquinia, ed uno dei più belli di tutta la Tuscia.  Costruito nel 1436 su progetto dell’architetto Giovanni Dalmata, il Palazzo fu eretto per volere del Cardinale Giovanni Vitelleschi. Il palazzo passò nei secoli a diverse nobili famiglie, tra cui quella dei Cometo, sotto il controllo della quale rimase fino al 1600. Nel 18902 il palazzo fu venduto all’asta al Comune, che lo cedette allo Stato. Oggi il palazzo è sede del Museo Nazionale Etrusco, uno dei principali in Italia.

Palazzo Comunale : Edificato nel 1200, il Palazzo Comunale è un edificio in stile romanico, con accenni gotici. In origine l’edificio si divideva in due parti, il Palazzo del Podestà, sede ufficiale del podestà, figura dotata i poteri militari e giurisdizionali ed il Palazzo dei Priori, dove risiedevano il Capitano dei Cinquecento, il Gonfaloniere e i Consoli, più in generale i rappresentanti del potere amministrativo. All’interno del palazzo si trova la Sala Consiliare, impiegata, fino ai primi decenni del 1900, come Teatro Comunale.

Necropoli Etrusca : La Necropoli Etrusca di Tarquinia si estende su una superficie di 750 ettari, sorge appena fuori l’abitato ed è certamente una delle testimonianze più belle ed interessanti della cultura etrusca. La necropoli si rende molto interessante anche per la presenza di tombe a camera con decorazioni pittoriche, stile tipico della cultura etrusca dal VII al III secolo a.C. Le immagini rappresentano scene di vita quotidiana. Le tombe presenti nella necropoli sono :  Tomba del Cacciatore, Tomba dei Giocolieri, Tomba della Pulcella, Tomba Cardarelli, Tomba della Fustigazione, Tomba Fiore di Loto, Tomba delle Leonesse, Tomba dei Gorgoneion, Tomba dei Caronti, Tomba dei Leopardi, Tomba delle Baccanti, Tomba della Caccia e della Pesca.

ORARIO DI APERTURA

Orario Estivo : da Martedì a Domenica dalle 08:30 fino a 1 ora prima del tramonto

Orario Invernale : Da Martedì a Domenica : 08:30 – 14:00

Chiuso : 1 Gennaio e 25 Dicembre

Tel. 0766.856308

Chiesa di Santa Maria in Castello : La chiesa di Santa Maria in Castello è una delle più belle chiese di Tarquinia. Edificata a partire dal 1121, ed ultimata solamente nel 1208. La chiesa è stata realizzata in stile romanico, sormontata da un campanile a vela. La chiesa custodisce un altare ed un ciborio del 1166, un pergamo del 1209.

Chiesa di Santa Maria Valverde : La chiesa di Santa Maria di Valverde è un santuario di Tarquinia. Eretto a partire dal 1268 per volere della congregazione laica dei Servi della Beata Maria di Marsiglia. All’interno della chiesa si trova una tavola del 1200, raffigurante la Madonna con il Bambino che benedice. Il santuario passò sotto il controllo dei Benedettini e divenne un santuario contro la peste nel 1400. 

Museo Nazionale Etrusco : Il Museo ha sede all’interno del Palazzo Vitelleschi di Tarquinia. Il Museo Nazionale Etrusco è uno dei più importanti d’Italia. All’ingresso del museo si incontrano alcuni importanti sarcofagi, datati III-I secolo a.C., i più importanti sono quello di Laris, della famiglia Partunus, quello del Magnate, del Velthur, sempre della famiglia Partunus e quello del Sacerdote. Altri importanti sarcofagi sono quelli delle famiglie Pulena e Camna. Proseguendo la visita del museo si incontra la sala dedicata ai reperti provenienti da un periodo compreso tra quello villanoviano e quello romano, vi è custodito un corredo proveniente dalla tomba di Bocchoris, poi una sala dedicata all’argomento “Tarquinia Etrusca : Una Nuova Storia”.

ORARIO DI APERTURA

Dal Martedì alla Domenica : dalle 08:30 alle 19:30

Giorno di Chiusura : Lunedì

Chiuso : 25 Dicembre – 1 Gennaio

Tel. 0766.856036